TUTORAGGIO DSA

 
 

La figura del Tutor DSA e BES nasce negli ultimi anni dall’esigenza di seguire i bambini con disturbi specifici dell’apprendimento e in quelli con bisogni educativi speciali nei compiti pomeridiani, cercando di attuare con l’aiuto della famiglia, un metodo di studio adatto e personalizzato in base alle loro esigenze.  Il tutor in particolare aiuta il bambino nelle situazioni in cui è presente scarsa autonomia, dovuta a difficoltà oggettive e alla tendenza dei bambini ad evitare i compiti a casa, difficoltà da parte della famiglia di essere di supporto, a causa di componenti relazionali, impegni di lavoro e mancanza di preparazione specifica, necessità di ridurre il rischio della dipendenza del bambino dai genitori anche per i compiti scolastici.

 

La figura del Tutor all’interno del Mago di Oz lavora in sinergia con la scuola e con la famiglia e in equipe con altri professionisti, qualora il bambino abbia effettuato o stia effettuando un percorso riabilitativo. Questo con l’obiettivo di elaborare in modo uniforme la migliore strategia possibile per rendere il bambino autonomo a scuola e capace di esprimere al meglio le sue capacitá.

Il Mago di Oz dispone di un’equipe di tutor, che lavorano a domicilio per il supporto pomeridiano dei bambini  oppure in sede per consulenze alle famiglie. L'equipe è coordinata dal "Tutor Supervisor" che garantisce un supporto continuo all’equipe stessa e alla famiglia, aggiornando e promuovendo nuove strategie per ogni metodo di studio.

COSA SUCCEDE QUANDO UNA FAMIGLIA CI CONTATTA? 

1)      Il primo contatto con il nostro centro avviene attraverso un incontro gratuito che per noi è molto importante e chiamiamo “Accoglienza”. Durante questo incontro conosciamo la famiglia e la problematica del bambino/ragazzo e diamo tutte le informazioni utili sullo svolgimento del percorso, sul nostro approccio, i costi e l’impegno che verrà richiesto ai genitori. Tutto questo con l’obiettivo di accompagnare il bambino e la famiglia verso un percorso riabilitativo consapevole e condiviso, che per noi è alla base dell’efficacia del progetto.

2)      Effettuata l’accoglienza, se la famiglia decide di affidarsi a noi, verrà creato un progetto di tutoraggio in linea con le necessità del bambino e verranno condivise con i genitori le modalità di trattamento, l’importanza del loro ruolo all’interno del progetto, i tempi e i costi.

3)      Nel momento in cui è stato definito il progetto di tutoraggio, il bambino e la famiglia vengono inseriti in un percorso guidato: ogni passaggio è pensato per far sì che il progetto si realizzi nel modo più efficace ed accogliente possibile. L’inserimento in terapia, graduale ed attento alle necessità del bambino, il coinvolgimento responsabile dei genitori, come importante risorsa, e gli incontri con la scuola, per condividere degli obiettivi comuni, sono solo alcuni dei passaggi che riteniamo fondamentali per raggiungere l’obiettivo terapeutico.