supporto PREADOLESCENZA e adolescenza

In un'ottica di prevenzione di eventuali problematiche in adolescenza, riteniamo importante come centro riabilitativo che sostiene tutte le tappe della crescita di un bambino,  offrire un supporto specifico anche alle famiglie e ai ragazzi che stanno vivendo la delicata fase della preadolescenza che, a volerla definire con le parole delle nostre psicoterapeute, rappresenta l'aurora di un adulto nel crepuscolo di un bambino.

IMG_1209.jpg

Tanti cambiamenti fisici, emotivi e psicologici, in un lasso di tempo decisamente ristretto, possono destabilizzare molti bambini che intorno agli 11, 12 anni iniziamo a sentirsi "grandi" senza però avere ancora gli strumenti per essere davvero tali.  Possono talvolta incontrare difficoltà di relazione con i coetanei, difficoltà nell'accettarsi nel "nuovo corpo", sviluppare ansia da prestazione scolastica o chiudersi in se stessi, rifuggendo il dialogo e il confronto con gli adulti di riferimento. Possono anche incontrare problematiche di tipo più prettamente fisico, a seguito di un'intensa attività sportiva o perchè desiderano intraprendere un percorso agonistico.  Su tutti questi aspetti la nostra equipe di professionisti dell'età evolutiva può intervenire efficacemente, sia prendendo in carico la problematica del ragazzo che supportando i genitori in questa fase di grandi cambiamenti che coinvolgono l'intero nucleo familiare.

Ecco nello specifico i servizi di sostegno rivolti ai preadolescenti e alle loro famiglie:

COSA SUCCEDE QUANDO UNA FAMIGLIA CI CONTATTA? 

1)      Il primo contatto con il nostro centro avviene attraverso un incontro gratuito che per noi è molto importante e chiamiamo “Accoglienza”. Durante questo incontro conosciamo la famiglia e la problematica del bambino/ragazzo e diamo tutte le informazioni utili sullo svolgimento del percorso, sul nostro approccio, i costi e l’impegno che verrà richiesto ai genitori. Tutto questo con l’obiettivo di accompagnare il bambino e la famiglia verso un percorso riabilitativo consapevole e condiviso, che per noi è alla base dell’efficacia del progetto.

2)      Dopo l’accoglienza, se la famiglia decide di affidarsi a noi, ci sono due strade che possono essere percorse:

a.      Per il bambino che ha già affrontato un percorso valutativo presso la ASL di competenza o altra struttura del territorio, verrà creato un progetto riabilitativo in linea con le indicazioni di trattamento presenti nella relazione. In questo incontro verranno condivise le modalità di trattamento, l’importanza del ruolo dei genitori all’interno del progetto, i tempi e i costi.

b.      Nei casi in cui invece la famiglia si rivolge a noi per rispondere ad una richiesta di approfondimento rispetto ad alcune problematiche emerse e quindi con la necessità di un inquadramento diagnostico, viene proposta una valutazione di tutte le competenze seguendo le linee guida standard del servizio convenzionato.

3)      Nel momento in cui è stato definito il progetto riabilitativo, il bambino e la famiglia vengono inseriti in un percorso guidato: ogni passaggio, frutto di anni di analisi e lavoro sulle criticità che possono emergere durante un percorso riabilitativo, è pensato per far sì che il progetto si realizzi nel modo più efficace ed accogliente possibile. L’inserimento in terapia, graduale ed attento alle necessità del bambino, il coinvolgimento responsabile dei genitori, come importante risorsa, e gli incontri con la scuola, a supporto degli insegnanti e della famiglia, sono solo alcuni dei passaggi che riteniamo fondamentali per raggiungere l’obiettivo terapeutico.