Bambini in vacanza: giochi di apprendimento da fare in macchina!

 

È arrivata finalmente l’estate e per i nostri bambini “estate” significa…vacanze!
Poichè non esistono solamente i videogiochi come passatempo, soprattutto in momenti morti e noiosi come viaggi in macchina, giornate di pioggia o mentre mamma e papà lavorano, cerchiamo di insegnare ai bambini che si possono fare tante altre attività, creative e divertenti, ma soprattutto educative, durante le vacanze estive.
Possiamo proporre diverse attività per ogni fascia di età del nostro bambino.

Attività per i bambini dai 5 ai 6 anni

Per i nostri bimbi che devono affrontare il passaggio dalla scuola materna alla scuola primaria, il genitore può proporre dei giochi semplici e divertenti che siano adatti a consolidare le sue abilità e sviluppare quei prerequisiti necessari alla scuola primaria.

  • Caccia al particolare
    E’ molto importante allenare la percezione visiva, imparando a individuare i dettagli all’interno di immagini o, meglio ancora nella vita reale, invitando il bambino a cercare una serie di piccoli elementi in un paesaggio di fronte a lui. Ad esempio, si potrebbe chiedere “Dov’è il gattino con la coda bianca?”, oppure “Riesci a trovare il bambino con i pantaloni verdi?”. Un’alternativa che, accanto all’osservazione, mette alla prova anche le abilità di precalcolo, potrebbe essere: “Vedo, vedo… 4 barchette bianche: dove sono?”.In questo modo, il bimbo può anche esercitarsi a contare.
  • Occhio ai cartelli
    Un esercizio molto utile per entrare in confidenza con la lingua scritta, in modo divertente, è il cercare, durante una passeggiata a piedi o in macchina, alcuni cartelli ricorrenti con lettere (come la P di parcheggio, M di McDonald, T di tabacchi). Per rendere il gioco più entusiasmante lo si può trasformare in una sfida, per esempio si potrebbe dire al bambino “facciamo una gara, vediamo chi trova più P!”. E via così anche con altre scritte che possano, comunque, incuriosire il bimbo.
  • Indovina Indovinello
    Anche gli indovinelli sono uno strumento importantissimo per migliorare le capacità cognitive e di ragionamento logico dei nostri bimbi. Provate a proporre loro semplici indovinelli che li stimolino a pensare, magari stabilendo dei piccoli premi per ogni parolina indovinata. Per esempio: “Cos’è che ha le punte e si usa per mangiare?” oppure “Si usa per lavare i denti. Cos’è?
  • Qual era l’ultima parola?
    Un ottimo esercizio per affinare e potenziare le capacità di ascolto e sviluppare la memoria di lavoro è far riprodurre al bambino l’ultima parola detta in una frase, come un pappagallo!
  • Trova l’intruso
    Provate a dire 4-5 parole, appartenenti ad una stessa categoria semantica, inserendo nella lista una parolina che non c’entra niente con le altre. Il bambino dovrà essere un bravo investigatore e provare a eliminare l’intruso! Ad esempio “ cane, gatto, gallina, forchetta. Qual è l’intruso?”
  • Letture e racconti
    Leggere ad alta voce, raccontando storie e favole, è fondamentale per i bimbi e per la loro crescita: sviluppa le capacità di ascolto e concentrazione, stimola le capacità emotive e relazionali del bambino, che si immedesima nei personaggi e nelle trame, oltre a sviluppare la fantasia e arricchire il suo bagaglio lessicale.
  • Esercizi metafonologici
    Le competenze metalinguistiche occupano un ruolo cruciale nell’apprendimento della letto-scrittura che si verificherà durante il primo ciclo della scuola primaria. I bambini dovranno essere capaci di riflettere sulla lunghezza delle parole contando le sillabe (quanti pezzettini ha la parola CANE? E la parola TAVOLO?), di dire come inizia e come finisce una parolina e riconoscere le rime.
  • Un altro gioco metafonologico è quello delle “parole concatenate”: insieme al bambino, a turno, si dovranno formare delle vere e proprie catene di parole: utilizzando solo l’ultima sillaba della parola data, il bambino deve individuare una parola che inizia con lo stesso gruppo di lettere. Ad esempio : casa – sale – letto – topo – pollo – lombrico ….

 

Attività per bambini dai 6 ai 10 anni
Anche per i bimbi in età scolare ci sono alcune attività da proporre, semplici e divertenti, che possano essere gradevoli come passatempo durante l’estate:

  • Enigmistica per bambini
    Sono disponibili, in qualsiasi edicola o libreria, libretti di cruciverba e matrici per bambini, che favoriscono sia l’arricchimento lessicale sia la correttezza ortografica. Anche grazie a giochi come Sudoku e Unisci i puntini si può lavorare su abilità visuo-spaziali, di conteggio e di ragionamento, in maniera ludica.
  • Giochi su tablet
    In un’era digitale come la nostra, possiamo sfruttare la passione dei piccoli per la tecnologia proponendo, sotto forma di gioco, diverse applicazioni utili a consolidare le regole ortografiche, tabelline, e nozioni apprese a scuola. In allegato trovate un link che potrebbe esservi utile. http://www.trainingcognitivo.it/gamecenter/
  • Giochi “on the road”
    In macchina tante volte i bimbi si annoiano, quindi potremmo provare a occupare il loro tempo proponendo qualche attività come fare dei calcoli a mente veloci, leggere velocemente i cartelli stradali per aiutare la mamma o il papà nella guida, raccontare o far raccontare al bambino delle storie, magari alternandovi nel racconto, creando sempre nuove e divertenti situazioni e finali a sorpresa.
  • Un altro giochino che vi proponiamo è “dire le parole al contrario”: a turno si dicono le lettere di una parola, ma al contrario… e chi sbaglia paga pegno!
  • Imparare a scrivere al computer
    Attraverso una serie di esercizi è possibile migliorare la velocità e la precisione di battitura. E’ possibile scaricare gratuitamente l’applicazione “Tutore Dattilo”: tra le sue caratteristiche principali abbiamo la tastiera colorata, le “manine” che indicano il dito da usare, i tasti evidenziati, la barra che mostra la velocità di battitura, il messaggio incoraggiante alla fine di ogni frase e la possibilità di stampare la tastiera. Di seguito il link per il download. http://www.tutoredattilo.it/download.html
  • Giochi da tavolo
    I giochi da tavolo stimolano e allenano le competenze fondamentali per un migliore apprendimento a scuola oltre alla capacità di concentrazione. Tra questi possiamo consigliare: DOBBLE, TABOO junior, SCARABEO, MONOPOLI, SUPER FARMER, LABIRINTO MAGICO, NOMI-COSE-CITTA’, e tantissimi altri…
  • Album dei ricordi
    Regalate ai bambini un quaderno e aiutateli a creare e decorare il proprio album dei ricordi per personalizzarlo. Potranno attaccarci tutti i ricordi della loro estate: foto, cartoline, disegni, figurine, scontrini, conchiglie, dediche degli amichetti.

Purtroppo, oltre a tutte le cose belle dell’estate, sui nostri bambini grava l’incombenza degli odiati compiti delle vacanze, che sono fonte di stress sia per i genitori che per i bambini. I genitori hanno un ruolo fondamentale nella loro gestione. Può essere utile stabilire una routine durante la giornata, meglio ancora una programmazione scritta, nella quale sia compreso un momento di serenità in cui svolgere i compiti. Scegliete insieme l’orario migliore che non tolga nulla al divertimento della giornata, e un luogo tranquillo e attrezzato per le attività didattiche.

Infatti, oltre a generalizzare gli apprendimenti di tutto l’anno scolastico, una delle finalità dei compiti è imparare a gestire un tempo lungo, durante il quale il bambino dovrà prevedere, programmare e diluire gli impegni, per non ritrovarseli poi tutti insieme alla fine dei tre mesi di vacanza.

Infine, ricordiamoci che l’estate è il periodo in cui il bambino ha bisogno di “staccare la spina”, giocare, inventare e reinventarsi, ridere, mangiare gelati, e anche annoiarsi ogni tanto, perché no?
Facciamo in modo che i bimbi possano tornare a scuola rilassati, sorridenti e che conservino un bel ricordo della loro avventurosa e fantasiosa estate.