Il massaggio infantile

 

“Le mani della mamma e del papà aiutano, stimolano, sfiorano, avvolgono, giocano, guidano, insegnano, odorano di buono…”

Cos’è il massaggio
Non è una tecnica. E’ un modo di stare con il proprio bambino.
Il massaggio del bambino è un’antica tradizione presente in culture di molti paesi, recentemente riscoperta anche nel mondo occidentale. L’evidenza clinica e recenti ricerche hanno inoltre confermato l’effetto positivo del massaggio sullo sviluppo e sulla maturazione del bambino a diversi livelli.

Con il massaggio possiamo accompagnare, proteggere e stimolare la crescita e la salute del nostro bambino.

Il massaggio

  • E’ un mezzo privilegiato per comunicare ed essere in contatto con il proprio bambino

  • Favorisce il legame di attaccamento e rafforza la relazione genitore-bambino.

  • Favorisce uno stato di benessere del bambino.

  • Facilita la conoscenza delle varie parti del corpo sviluppando l’immagine di sé, così da far sentire il bambino aperto, sostenuto ed amato.

  • Aiuta il bambino a scaricare e dare sollievo alle tensioni provocate da situazioni nuove, stress o piccoli malesseri.

  • Stimola e fortifica e regolarizza il sistema circolatorio, muscolare, immunitario e gastro-intestinale, poiché previene e da sollievo al disagio delle coliche gassose.

  • Può rivelarsi un buon sostegno nei disturbi del ritmo sonno-veglia.

  • E’ un’esperienza di profondo contatto affettivo tra genitore e bambino ed in questo modo favorisce il rilassamento di entrambi.

  • Nutre e sostiene nell’arte di essere genitori.

Come possono imparare i genitori

L’insegnamento avviene in piccoli gruppi di genitori e bambini. Il corso, condotto da un insegnante A.I.M.I., consiste in 4 incontri della durata di un’ora.
Gli incontri proposti comprendono:

  • apprendimento dei benefici del massaggio per il neonato e per il bambino più grande;

  • apprendimento pratico della sequenza completa dei massaggi;

  • lavoro sul rilassamento del bambino attraverso il “tocco rilassante”;

  • momenti di riflessione sul rafforzo del legame genitore-bambino;

  • esperienze di comunicazione non verbale stimolate dal massaggio: sorriso, contatto visivo, contatto attraverso la pelle;

  • apprendimento delle modalità che possono dare sollievo al bambino che soffre di stipsi, meteorismo, coliche addominali e pianto;

  • possibili adattamenti del massaggio per il neonato e per il bambino più grande;

  • apprendimento del massaggio per bambini con bisogni speciali: bambino prematuro, ospedalizzato, in affido, disabile